National Geographic incantato dai faggi della Foresta Umbra. “Ora l’interesse è planetario”

National Geographic incantato dai faggi della Foresta Umbra.
“Ora l’interesse è planetario”24 novembre 2017 ·FacebookTwitterGoogle+Condivididi ANTONELLA SOCCIOLa perfezione della natura selvaggia e l’incanto della musica romantica hanno emozionato istituzioni e cittadini di Capitanata questa mattina in Foresta Umbra per l’inaugurazione di una stele targata Claudio Grenzi a memoria della proclamazione Unesco delle Faggete Vetuste.
Una performance dal vivo della pianista Daniela Giordano, accompagnata dalla lettura scenica di Alfredo Vasco tratta dal reportage di Giuseppe Ungaretti e dalla installazione del giovane scultore Nicola Renna ha avvicinato i presenti ai grandi alberi, patrimonio dell’umanità.
“Che si pensi al Paradiso o alle scimmie l’uomo è nato in mezzo agli alberi”, ha osservato il colonnello Claudio Angeloro.
Grande assente l’ex presidente del Parco del Gargano Stefano Pecorella.
Al suo posto hanno parlato il vice presidente pro tempore Claudio Costanzucci e i sindaci ...

Leggi tutto l'articolo