Nei Paesi in via di sviluppo cresce il consumo di droga

 da Paolo Borrello 20 agosto 2010 E' stato recentemente pubblicato il rapporto mondiale sulla droga 2010 dell'Onudc, l'ufficio dell'Onu per la lotta alla droga e al crimine, che utilizza dati relativi al 2009.
Queste le conclusioni principali: - l'incremento maggiore nel consumo di droga si è verificato per la prima volta nei Paesi in via di sviluppo - i prodotti sintetici conquistano il mercato della droga scalzando l'utilizzo degli stupefacenti tradizionali come cocaina ed eroina - le droghe con maggiori ripercussioni nel traffico internazionale sono l'eroina, la cocaina e le anfetamine stimolanti, mentre la cannabis generalmente è prodotta e consumata nello stesso luogo  - il "record" mondiale nel consumo di eroina spetta alla Russia Delle princpali conclusioni del rapporto ne riferisce Marina Castellaneta in un articolo pubblicato da "Il Sole 24 ore": "...Le persone che nel mondo utilizzano droghe sintetiche, come le anfetamine, oscillano tra  30 e  40 milioni, in netto aumento rispetto al passato.
Ciò porta al prossimo superamento dei consumatori di oppiacei e cocaina.
Le nuove droghe, prodotte a basso costo dalla criminalità organizzata, fanno incassare guadagni record ma presentano pochi rischi per i cartelli della droga.
Il prezzo è tenuto basso anche per incentivarne l'uso, specie nelle fasce più deboli.
Senza dimenticare - come precisa il rapporto - che gli strumenti di controllo e di reazione per rintracciare questi nuovi prodotti non sono rapidi.
Anche perchè le droghe sintetiche sono prodotte in luoghi vicini a quelli dello spaccio e le materie prime per la produzione sono facilmente reperibili...
Il primato di produzione spetta alla cannabis, usata in tutto il mondo.
C'è però una novità: il suo uso è inftti in calo in alcuni Paesi come Stati Uniti, ma si sono aperti nuovi mercati, specie nel Terzo mondo...
Scenario analogo per le altre droghe: boom del consumo di eroina in Africa, specie orientale.
Aumenta l'utilizzo di cocaina in Africa occidentale e in Sud America, il ricorso a droghe sintetiche nel Medio Oriente e nel Sud-est asiatico.
Tasselli che compongono un unico quadro: la criminalità è riuscita a conquistare nuovi mercati, colpendo iPaesi più poveri del mondo...
Diminuisce invece la produzione di oppio in Afghanistan.
La coltivazione è scesa del 22% nell'ultimo biennio...
Diminuzione anche per la coltivazione di coca, specie in Colombia, che è scesa del 28% negli ultimi 10 anni e del 5% rispetto al 2008: il numero più alto di consumatori è negli Stati Uniti, seguito [...]

Leggi tutto l'articolo