Nel delirio un mea culpa...

...
chiedo pubblicamente perdono per non lasciarmi fuorviare dalle apparenze, per non smettere mai di ascoltare le pause senza lasciarmi distrarre dalle parole più dure e fredde, ma neanche da quelle falsamente di circostanza.Chiedo pubblicamente perdono per non permettere neanche lontanamente di scalfire i miei principi, per non farmi carico delle altrui imperfezioni soprattutto quando sono uguali e contrarie alle mie, per non soccombere sotto il peso di motivazioni che non mi appartengono o di giustificazioni che non cerco, nè chiedo.
Per non reagire incaxxandomi alle dinamiche più che comuni perdendo invece il lume della ragione per tutto quello che percepisco tra le righe.
E perchè no? Anche perchè non smetto mai di sottolineare che "il perchè non è come dice te" alla fine della fiera non mi si ritorce mai contro. Chiedo pubblicamente perdono per riuscire a difendere sempre la mia libertá di scelta affinchè siano altrettanto naturali e libere le scelte degli altri, per non sentir...

Leggi tutto l'articolo