Nel fango del Dio pallone

Giugno 1999 - Stefan Vrabioru: il 23enne calciatore romeno dell'Astra Ploiesti muore per un attacco cardiaco dopo uno scontro con un avversario; Febbraio 2000 - John Ikoroma: Il nigeriano, 17 anni, muore durante un'amichevole negli Emirati Arabi Uniti a causa di un attacco cardiaco; Ottobre 2000 - Catalin Haldan: Il 24enne giocatore romeno della Dinamo Bucarest viene stroncato in campo da un aneurisma cerebrale; Aprile 2001 - Mike North: L'arbitro inglese muore per un attacco di cuore nel corso del primo tempo di una partita di terza divisione; Giugno 2002 - Michael Michel: il cipriota, tesserato per un club di seconda divisione, muore per un attacco di cuore mentre l'arbitro fischia un fallo commesso da un suo compagno di squadra; Dicembre 2002 - Stefan Toleski: il calciatore macedone muore per un attacco di cuore mentre con la sua squadra, il Napredok, sta disputando una partita di campionato; Giugno 2003 - Marc Vivien Foe: il nazionale camerunense perde conoscenza a Lione durante la sfida con la Colombia, valida per la Confederations Cup.
Morirà poco dopo; Gennaio 2004 - Miklos Feher: il calciatore ungherese del Benfica crolla in campo durante la partita di campionato contro il Vitoria Guimaraes.
Il suo decesso avviene poche ore dopo; Ottobre 2004 - Paulo Sergio Oliveira da Silva "Serginho": il difensore brasiliano del Sao Caetano muore per un attacco cardiaco allo stadio Morumbi, durante una partita contro il San Paolo; Dicembre 2005 - David Di Tommaso: il francese crolla sul campo di gioco, il suo cuore cede durante una partita che sta disputando con il club olandese dell'Utrecht.
L'autopsia rivela che all'origine del decesso c'è un'aritmia cardiaca; Aprile 2006 - Victor Alonso Guerrero: il colombiano, 17 anni, perde la vita in allenamento.
Inutile la rianimazione cardio-polmonare e i soccorsi che gli vengono prestati in campo.
  Nel 2000 l'ex calciatore Sandro Petrini pubblica "Nel fango del Dio pallone", un'autobiografia ricca di documenti agghiaccianti sui crimini commessi dietro lo sfavillante mondo del calcio, gli abusi, i ricatti, gli esperimenti di doping direttamente sugli atleti, i risultati concordati, le scommesse.
Con calciopoli non si è scoperto niente di nuovo, sono storie vecchie di 50 anni.

Leggi tutto l'articolo