Nel nome di Tyson, amen

Il celebre pugile Mike Tyson supera se stesso e si professa un dio in terra...
Che certi pugni ben piazzati possano dare un po' di confusione in testa è cosa nota, ma se poi ci si aggiunge una predisposizione innata per la follia il gioco diventa pericoloso.
Forse questa miscela pericolosa appartiene anche al celebre pugile Mike Tyson che adesso eleva se stesso a figura divina: "A volte mi prendo per un dio perché è quello che mi dicevano quando ero un ragazzo.
Sai, a volte è piacevole adulare il proprio ego".
Che dire? Oggi Mike Tyson a 44 anni, dopo cinque anni di rehab e un regime alimentare vegano, torna a far parlare di sé.
Questa non è una questione di semplice ego, ma di uno sportivo che arrivato dal nulla ha conquistato le vette della boxe, un uomo che però ha attraversato il mondo dello sport lasciando sempre più spesso un segno negativo, non solo sul volto degli avversari, ma sulla propria nomea, ormai simbolo di follia  e violenza gratuita.
Lasciando stare le divinità, che avranno di certo ben altre forme di reincarnazione in terra, meglio non nominare invano neppure il nome di Tyson...
meglio non nominarlo più e basta! XOXO, Mattia  

Leggi tutto l'articolo