Nella notte degli Oscar un re inglese balbuziente straccia mister Facebook

Quattro statuette (miglior film, migliore attore protagonista, migliore sceneggiatura e migliore regista) a Il discorso del re.
Tre a The social network.
Migliore attrice Natalie Portman.
Delude Il grinta dei fratelli Coen Los Angeles - Mai trionfo fu più annunciato.
"Il discorso del Re" ha sbancato la notte degli Oscar, aggiudicandosi quattro statuette e - si noti bene - le più importanti di tutte: miglior film, migliore attore protagonista (Colin Firth), migliore sceneggiatura (David Seidler) e migliore regista (Tom Hooper).
Meglio di così non poteva andare per la pellicola inglese che "rispolvera" la storia poco nota del Principe Alberto, Duca di York, secondo figlio di Re Giorgio V, affetto da balbuzie.
E' un trionfo tutto inglese, che annichilisce le pellicola americane: "Il grinta", remake dell'omonimo classico western con cui John Wayne ottenne l'unico premio Oscar (1970), e "The social network", che narra la storia della nascita di Facebook.
Successo nelle sale Costato 14 milioni di dollari - il film di Hooper ne ha già incassati 120 - era largamente favorito con 12 nomination.
"Mi sento al vertice della carriera", ha detto Firth ricevendo il premio, mentre Hooper ha voluto ringraziare la madre che per prima aveva attirato la sua attenzione sulle vicende di re Giorgio VI.
"La morale della storia è che bisogna ascoltare la mamma", ha affermato il regista trentanovenne.
Tre statuette al film su Zuckerberg Il film sicuramente più moderno, "The Social Network", che racconta la nascita di Facebook, non va oltre le tre statuette.
Un risultato non indifferente, ma si tratta "solo" di premi tecnici: montaggio (Angus Wall e Kirk Baxter), sceneggiatura non originale (Aaron Sorkin) e colonna sonora (Trent Reznor e Atticus Ross).
Il lato più rivoluzionario e cinefilo l'Academy l'ha dimostrato dando quattro Oscar, ma solo a categorie tecniche (fotografia, sonoro, montaggio sonoro e effetti visivi) a Inception di Christopher Nolan e interpretato da Leonardo Di Caprio, Marion Cotillard e Cillian Murphy.
La Portman ritira il premio col pancione Come migliore attrice protagonista è stata premiata Natalie Portman, ballerina sull’orlo della follia nel film "Il Cigno nero".
"Sono così grata di poter fare questo lavoro.
Mi piace così tanto", ha commentato l’attrice 29enne che ha ritirato il premio con il pancione.
- - - Tutte le statuette assegnate - - - - Film Il discorso del Re - Regia Tom Hooper (Il discorso del Re) - Attore protagonista: Colin Firth (Il discorso del Re) - Attrice protagonista: Natalie Portman (Il [...]

Leggi tutto l'articolo