Netanyahu e Trump globali diffusori di fake news

 

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer
per la ricostruzione del P.C.I.
 
di Domenico Marino, Paola Baiocchi, Andrea Montella
 
Il reazionario leader israeliano Netanyahu ha affermato – dopo la dichiarazione di Trump di voler portare l’ambasciata Usa a Gerusalemme – che la città palestinese è la capitale d’Israele da 3.000 anni. Netanyahu con quella sortita ha dimostrato ancora una volta che Israele non è uno Stato laico ma teocratico, perché ha la Bibbia come riferimento. Per questo è uno degli Stati che non ha una Costituzione, non ha mai dichiarato i suoi confini facendo riferimento a quelli descritti nell’Antico Testamento e inoltre fonda la sua politica interna e internazionale su una narrazione leggendaria e non sulla verità storico-scientifica.
Gli storici e gli archeologi hanno dimostrato che prima del 1300 a.C. non vi era traccia dell’esistenza del popolo ebraico e del loro dio. Lo stesso monoteismo ebraico non è così originale come ci vorrebbe far credere il sionismo, vi...

Leggi tutto l'articolo