"Nevica" in piazzetta a Capri gemellata con la val di Sole

Capri, 3 dic.
(askanews) - Accensione delle luminarie e una nevicata nella celebre piazzetta di Capri: così l'isola ha dato il via alle festività natalizie celebrando anche il 19esimo anno del gemellaggio con la Val di Sole, dove in Trentino in questi giorni si comincia a sciare.
Una giornata insolita in una Capri in modalità invernale, fascinosa ma semivuota, con le strade bianche che risuonano di dialetto del nord.
Il gemellaggio con la località trentina è un'occasione di sviluppo turistico da ambo le parti; il sindaco di Capri Giovanni De Martino spiega: "E' la testimonianza che realtà diverse, mari e monti, possono comunque condividere esperienze e portare novità alle proprie strutture ricettive".
Musiche e danze napoletane e trentine sul podio, stand gastronomici, giocattoli per i bambini e un grande albero ecologico, una grande festa paesana interregionale.
Per Luciano Rizzi, presidente dell'azienda turistica Val di Sole, l'essenziale del turismo sta nella specificità: "Io sono convinto che un territorio è un'attrazione turistica fin quando rimane territorio con tutti i suoi pregi e anche i suoi difetti.
Il giorno che andiamo in un territorio che è identico a un altro territorio, è come trovarsi nelle strade di una città dove le boutique sono tutte identiche e non sai nemmeno in che città sei".
"Noi" aggiunge, "al porto di Capri abbiamo un'enorme bacheca che rappresenta il nostro demanio sciabile e per noi questo è uno spot pubblicitario incredibile".
Gemellaggio è anche lo scambio di esperienze delle rispettive scuole alberghiere; gli studenti trentini hanno portato in piazzetta polenta, crauti e luganega per i capresi affollati a centinaia "Eventi come questi sono molto utili per far conoscere la mia regione anche ad altre persone.
E' la mia prima volta a Capri, mi è piaciuto molto e vorrei restare qui..."

Leggi tutto l'articolo