Newman parla del relativismo nella Chiesa

Ecco i disastri del relativismo nella Chiesa Firmato Newman 10-08-2016 di John Henry Newman    La mattina di lunedì 12 maggio (1879), il Padre Newman si recò al Palazzo della Pigna, residenza del cardinale Howard, che gli aveva messo a disposizione il suo appartamento per ricevere il messo del Vaticano, latore del Biglietto con il quale il Cardinale Segretario di Stato lo informava che, nel Concistoro segreto da poco concluso, Sua Santità Leone XIII si era degnato di elevarlo al rango di Cardinale.
Alle undici la sala era affollata di cattolici inglesi e americani, ecclesiastici e laici, come anche di molta nobiltà romana e dignitari della Chiesa, riuniti per l'occasione.
Poco dopo mezzogiorno fu annunciato l'arrivo del messo della Concistoriale.
Questi consegnò il Biglietto al Padre Newman, che, tolto il sigillo, lo diede a S.E.
Mons.
Clifford, Vescovo di Clifton, per la lettura ai presenti.
Il messo informava quindi il nuovo Cardinale che Sua Santità lo avrebbe ricevuto il mattino seguente in Vaticano alle dieci, per il conferimento della Berretta, aggiungendo i consueti complimenti, ai quali egli rispose con quello che è passato alla storia come il "Biglietto Speech".
  Nella mia lunga vita ho commesso molti sbagli.
Non ho nulla di quella sublime perfezione che si trova negli scritti dei santi, cioè l'assoluta mancanza di errori.
Ma ciò che credo di poter dire riguardo tutto ciò che ho scritto è questo: la mia retta intenzione, l'assenza di scopi personali, il senso dell'obbedienza, la disponibilità ad essere corretto, il timore di sbagliare, il desiderio di servire la santa Chiesa, e, solo per misericordia divina, un certo successo.
E mi compiaccio di poter aggiungere che fin dall'inizio mi sono opposto ad una grande sciagura.  Per trenta, quaranta, cinquant'anni ho cercato di contrastare con tutte le mie forze lo spirito del liberalismo nella religione.
Mai la santa Chiesa ha avuto maggiore necessità di qualcuno che vi si opponesse più di oggi, quando, ahimé! si tratta ormai di un errore che si estende come trappola mortale su tutta la terra; e nella presente occasione, così grande per me, quando è naturale che io estenda lo sguardo a tutto il mondo, alla santa Chiesa e al suo futuro, non sarà spero ritenuto inopportuno che io rinnovi quella condanna che già così spesso ho pronunciato.
Il liberalismo in campo religioso è la dottrina secondo cui non c'è alcuna verità positiva  nella  religione, ma un credo vale quanto un altro, e questa è una convinzione che ogni giorno acquista più [...]

Leggi tutto l'articolo