Niccolò Bettarini, scarcerato l'aggressore. Lo sfogo sui social

Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, era stato accoltellato lo scorso luglio fuori una discoteca di Milano.
Ma il suo aggressore Davide Caddeo, condannato a nove anni di reclusione, è stato scarcerato dopo nemmeno 2 mesi su decisione del gip.
Il motivo della scarcerazione sarebbe da ricondurre alla dipendenza da droghe dell’assalitore, che avrebbe fatto uso di sostanze stupefacenti fin da quando aveva 12 anni.
Come riferisce Ansa, per il gip Guido Salvini il giovane andrebbe accompagnato in un programma di recupero per tossicodipendenti, e non condannato.
Niccolò Bettarini, dopo aver appreso la notizia, si è sfogato attraverso i suoi canali social.
“La giustizia italiana non esiste, è uno schifo per tutti” ha detto in un video su Instagram.
Poi si è scagliato contro il suo avvocato, condannando l’operato svolto negli ultimi mesi, e il gip Guido Salvini.
“Complimenti al mio avvocato.
Non ho saputo niente per mesi, ci ha abbandonati dopo l’ultima sentenza”, ha detto nel video il ragazzo.
E prosegue: “Complimenti al giudice, non studio giurisprudenza, ma se condanno qualcuno per tentato omicidio, dopo un mese li scarcero tutti.
Questa è la giustizia italiana, è uno schifo”.