Nicole Grimaudo, protagonista in "Liberi di scegliere" su RaiUno: «Io, mamma ostaggio delle cosche»

La ‘ndrangheta non si sceglie, si eredita. È questa la consapevolezza che nel 2012 ha spinto Roberto Di Bella, giudice del tribunale minorile di Reggio Calabria, a disporre l’allontanamento dei figli dei malavitosi dalla loro terra, perché potessero decidere del proprio futuro. A questa storia vera si ispira Liberi di scegliere, il film-tv con Alessandro Preziosi nei panni del protagonista (qui chiamato Marco Lo Bianco) e Nicole Grimaudo in quelli di Enza, moglie di un latitante e madre di tre figli, uno dei quali in carcere.
Grimaudo, un film su un tema importante.
«Sì, la sceneggiatura mi ha subito colpito molto per la sua prospettiva nuova, perché racconta la ‘ndrangheta dal punto di vista delle famiglie. Enza è una donna coraggiosa ma succube e rassegnata, un personaggio che mi ha fatto tenerezza e rabbia, intrappolata in un contesto che però è il suo».
Che rapporto ha con il giudice Lo Bianco, interpretato da Preziosi?
«In un primo momento lo considera il nemico numero uno, perc...

Leggi tutto l'articolo