Nigella, nuove accuse sull’uso di droga, l’ex assistente: “Faceva fumare cannabis ai figli”

Continua la bufera di polemiche che ha travolto la cuoca più nota nel Regno Unito, Nigella Lawson.
Nuove accuse riguardanti la droga per lei.
L’ex assistente personale italiana, Elisabetta Grillo, imputata con la sorella Francesca per frode ai danni della cuoca e dell’ex marito Charles Saatchi, ha dichiarato sotto giuramento che la sua ex datrice di lavoro lasciava fumare cannabis ai suoi figli teenager.  La dichiarazione è emersa oggi in tribunale a Londra mentre il pubblico ministero le chiedeva conto delle spese effettuate con la carta di credito della ex coppia, spese che secondo l’accusa non sarebbero state autorizzate.
In particolare si trattava di 70 sterline pagate in un duty free shop a New York nel giugno 2010.
«Erano sigarette per i figli.
Nigella mi autorizzava a prenderle per loro», ha affermato Grillo.
Di fronte alle domande del magistrato ha ammesso che la chef «lasciava fumare erba ai figli».
Queste accuse arrivano dopo le affermazioni della stessa cuoca star che ha ammesso di aver tirato diverse volte cocaina in passato e di aver fumato cannabis.
Grillo ha anche detto che Nigella e Saatchi hanno affermato il falso nelle loro deposizioni.

Leggi tutto l'articolo