Noemi, il dolore del papà: «Dovevo proteggerla, sto pensando di andare via da Napoli»

Sono giorni davvero pieni di angoscia per i genitori di Noemi, la bimba di quattro anni rimasta gravemente ferita a Napoli dopo una sparatoria di camorra avvenuta in strada e in pieno giorno venerdì scorso. Mentre alcune mamme, ieri sera, si sono radunate fuori dall'ospedale pediatrico Santobono per una veglia di preghiera, il papà di Noemi, Fabio, sfoga tutta la rabbia e tutto il dolore di queste ore.

«Ho fatto di tutto per proteggerla, ma non è bastato. Sto pensando di lasciare Napoli appena Noemi uscirà: fa rabbia, è doloroso, ma ci sto pensando» - spiega il papà della bimba in un'intervista a La Repubblica - «Non voglio fare polemiche. In questo momento conta solo un pensiero: salvare la bambina. Io e mia moglie facciamo di tutto pur di non farle correre pericoli, si fanno sacrifici».
La frustrazione di papà Fabio è comprensibile: «Siamo genitori apprensivi, ti viene naturale, no? Si, lo eravamo già. Uno li protegge in tutti i modi. Io la mando all'asilo privato, la faccio star...

Leggi tutto l'articolo