Noemi, l'ultimo saluto tra commozione e rabbia: la madre: "L'odio porta solo violenza"

Trasportata a spalla tra due ali di folla e accompagnata da un lungo applauso commosso, è arrivata nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Vergine di Specchia la bara bianca con il corpo di Noemi Durini.
Il feretro della sedicenne, uccisa il 3 settembre scorso dal fidanzato, era preceduto da una grande foto di Noemi e seguito dalla famiglia della giovane: mamma, padre e due sorelline.
La chiesa è gremita e moltissima gente è rimasta fuori.
Alla cerimonia, presieduta dal vescovo, Vito Angiuli, partecipa anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.
«Cara Noemi, cercavi l'amore, hai trovato la morte, ma Dio ti ridona la vita» - ha detto Angiuli nell'omelia.
Il vescovo si è rivolto ai familiari della giovane, chiedendo loro di «tenere a freno rancore e amarezza, nutrendo sentimenti di astio e risentimento nei riguardi di chi ha portato via troppo presto vostra figlia».
Il vescovo ha anche lanciato un appello ai molti giovani presenti al funerale: «Non rifugiatevi nella soli...

Leggi tutto l'articolo