Noi e Gesù Cristo

Passeggiavo qualche anno fa in una mattina gelida di gennaio, in quel bel freddo che rende più acuminato il pensiero.
E mi resi conto che in fondo è un grande equivoco l'idea che Dio, nella sua grande bontà, abbia deciso di far venire in Terra il suo Figliuolo e di sacrificarlo per salvare noi uomini dai nostri peccati.
Sì, una sega.
Dio, termentato dal rimorso dall'aver creato questo mondo così difettoso, davanti al dolore dell'Uomo, ha fatto scendere il suo stesso figlio sulla  terra, a dimostrazione del suo pentimento, per sopportare egli stesso in prima persona,  e nei modi peggiori, i nefasti effetti della sua creazione.
Povero diavolo, in fondo, della buona volontà l'ha dimostrata.
 

Leggi tutto l'articolo