Nokia

Una bella storia dalla fredda Finlandia.
Voi pensate che la prima azienda mondiale  produttrice di telefoni cellulari sia nata come oggi la conosciamo? Leggete il seguito e ne sarete sorpresi.
La Nokia fu fondata nel 1865 per iniziativa di Knut Fredrik Idestam, come impianto per la lavorazione del legno e della cellulosa sulle rive del fiume omonimo specializzata nella produzione di CARTA IGIENICA.
All'inizio del XX secolo iniziò a produrre gomma  e inziò ad usare Nokia - nome del fiume e della città - come marchio di fabbrica.
Poco dopo la Prima guerra mondiale la società finlandese - che ad un certo punto divenne la più importante fornitrice di stivali per l'esercito - acquistò l'impianto per la lavorazione del legno, come anche un produttore di cavi per il telefono ed il telegrafo.
Le tre realtà si fusero nel 1967, costituendo l'odierna società Nokia.
È interessante notare che il nome Nokia, comune al fiume ed alla città che esso attraversa, deriva dal ritrovamento di una piccola martora nera nelle vicinanze.
Negli anni '70, la Nokia s'impegnò maggiormente nell'industria delle telecomunicazioni, sviluppando strumenti per la commutazione automatica.
Negli anni '80, la società mise sul mercato una serie di personal computer, chiamata MikroMikko.
La Nokia iniziò anche a sviluppare telefoni mobili.
All'inizio degli anni '90, la società incorse in gravi problemi finanziari, che la costrinsero ad uscire da diversi comparti, come quello dei televisori e dei computers.
La divisione che si occupava dei PC è stata così ceduta alla International Computers (ICL), ora parte della Fujitsu - Siemens Computers.
La decisione di concentrarsi sull'industria delle telecomunicazioni e sulla produzione di telefoni cellulari fu vincente, trasformando la Nokia in una delle realtà di maggior successo a livello mondiale in questi due settori.

Leggi tutto l'articolo