Non c’è posto in ospedale per ricoverare il padre, aggredisce guardia giurata

Cronaca 26/11/2014 Non c’è posto in ospedale per ricoverare il padre, aggredisce guardia giurata Castellammare di Stabia.
Non c’è posto per ricoverare il padre al pronto soccorso da 17 ore e sfoga la sua rabbia contro una guardia giurata in servizio all’ospedale San Leonardo.
Ne scoppia una vera e propria rissa che lascia a bocca aperta i pazienti e i vari operatori al lavoro presso il pronto soccorso.
Un episodio che finisce con denunce incrociate tra i protagonisti.
Sono da poco passate le 10 del mattino quando l’uomo, un 48enne di Sant’Antonio Abate, inizia ad inveire contro infermieri e medici in servizio al pronto soccorso.
Aveva accompagnato suo padre 69enne, registrato in codice verde, alle 19 del giorno prima e attendeva che si liberasse un posto per il ricovero in medicina generale.
L’attesa evidentemente ha fatto innervosire il figlio che ha cominciato a registrare e scattare foto con il cellulare all’interno del pronto soccorso per documentare la situazione.
Il tutto accompagnato da una serie d’insulti.
A quel punto s’è reso necessario l’intervento da parte della guardia giurata che ha provato a calmare l’uomo spiegandogli che la situazione non dipendeva dal pronto soccorso, che non è dotato dell’osservazione breve intensiva, e tantomeno dagli operatori, ma era dovuta al fatto che effettivamente mancasse un posto per il ricovero nel reparto di medicina generale.
Un tentativo, quello del vigilantes, assolutamente vano.
Il 48enne di Sant’Antonio Abate è passato dalle parole alle mani, aggredendo il vigilantes in servizio.
La scazzottata è cominciata proprio nel pronto soccorso e poi proseguita nello spazio antistante il triage.
Diverse persone hanno provato a placare la furia dell’uomo abatese e a dividere i due.
Alla fine entrambi si sono fatti refertare proprio al pronto soccorso.
Alla guardia giurata sono stati riscontrate contusioni alla caviglia, al polso e alla schiena, per un totale di 20 giorni di prognosi.
Il 48enne di Sant’Antonio Abate, invece, lamentava dolori all’occhio.
Entrambi, poi, hanno sporto denuncia per aggressione presso il drappello di polizia presente all’ospedale San Leonardo.
Una vera e propria rissa che fa scattare nuovamente l’allarme sicurezza all’interno del nosocomio stabiese, ormai preso d’assalto da pazienti che affollano la corsia del pronto soccorso di Castellammare.
Un’affluenza record che crea diversi disagi sia all’utenza che agli stessi operatori anche a causa della carenza d’organico.
Un problema più volte evidenziato dai [...]

Leggi tutto l'articolo