Non risarcibile il danno biologico scaturito per frustrazione individuale da non avveramento di aspettative - Trib. Roma, 15.5.2007)

Irrisarcibili i danni alla salute da frustrazione e delusione discendenti da mancato avveramento di aspettative e promesse
 
Trib. Roma, sez. lav., 15 maggio 2007 n. 9497 — Est. Petrucci — Di Pr. Gi. c. Ca. ed. mu. ass. Ro. e pr.
Tutela delle condizioni di lavoro - Malattie fisiche e psichiche del lavoratore - Nesso causale con vicende lavorative - Sussistenza – Illecito o inadempimento alle obbligazioni da parte del datore di lavoro - Inesistenza - Obbligo risarcitorio - Esclusione.
 
Anche ammesso che le promesse fatte alla ricorrente di affidarle la responsabilità dell’intero settore informatico (al pensionamento del precedente responsabile) siano state effettivamente fatte (il che indubbiamente costituirebbe una ragione più che comprensibile della sua delusione e del suo disagio, anche sul piano fisico, che ne è conseguito), non esiste in realtà, né è dedotto che esista, alcun atto formale ed impegnativo del datore di lavoro tale da far sorgere in capo alla lavoratrice il diritto s...

Leggi tutto l'articolo