Non sento più la sveglia

Il che è preoccupante perché ho un sonno così profondo solo in due occasioni: la prima è quando faccio le notti "brave" e poi per recuperare vado in una sorta di stato catalettico, un sonno così profondo di tipo qualitativo più che quantitativo che mi serve a recuperare le ore di sonno perdute.
La seconda è quando sono un po' giù di corda dal punto di vista umorale, si, quando sono un po' depressa tendo a dormire di più e più profondamente, anche questo è compensativo, è una fuga dalla realtà ed il non sentire la sveglia per ben due giorni di seguito è un chiaro segnale di scarsa o nulla volontà a voler tornare alla realtà...
ho fatto un pò le ore piccole ultimamente ma non tanto da giustificare  una tale catalessi...
la seconda ipotesi mi preoccupa molto più della prima ovviamente ma, almeno consciamente, non   mi sento depressa...
è vero che i recenti avvenimenti mi hanno un po' abbattuta, è vero che ultimamente faccio un uso smodato di "sostanze stupefacenti"...e qui scattano le spiegazioni: non fumo, non bevo, non mi drogo...
le mie "sostanze stupefacenti" sono la nutella, i gelati, i biscotti al cioccolato, le patatine...
non fanno male come le droghe ma il principio è uguale: sono tutte sostanze che ti danno un piacere momentaneo che ti stordisce, non ti fa pensare a niente, ti fa stare "momentaneamente" bene...
la vittoria dell'Italia in semifinale mi ha regalato delle emozioni ed una gioia non provate da troppo tempo ormai ma perché non durano che una notte? Perché al risveglio il mattino dopo è di nuovo tutto uguale a prima, io ed i miei problemi esistenziali del cavolo...oggi parlando con una persona che naviga da 40 anni scopro che si è pensionato l'anno scorso, gli chiedo "allora che ci fai qua?" Domanda stupida, conosco già la risposta.
Nessuno sa più smettere, nessuno sa più scendere, non dopo tutti questi anni, il nostro caro Sig.
X, tornato a casa dopo 40 anni per i mari, non è riuscito a viverci neanche 8 mesi a terra, è dovuto ripartire, anche a costo di lavorare quando non ce ne sarebbe più bisogno ormai...
io non voglio che la nave si aggiunga alla lista dei miei innocui stupefacenti perché tanto innocua non lo è...
è una vita meravigliosa ma in realtà non è una vita, ecco tutto.
E' tutto così facile quassù, qui i problemi non esistono...
il fatto è che io lo so che i problemi invece ci sono e che stando qua sopra li sto solo fuggendo...
ma per quanto tempo posso farlo? Tutta la vita? Voglio davvero restare qua fino a quando dimenticherò di avere delle questioni [...]

Leggi tutto l'articolo