Norvegia dal 13 al 20 Settembre 2012

Giovedì 13 Settembre 2012 Partiamo da Malpensa in orario con volo SAS destinazione Oslo e poi da lì prenderemo volo interno per Bergen dove ci sarà ad attenderci il nostro amico Åge(pronuncia Oge).
Il volo è tranquillo il tempo bello ed arrivando sulla Norvegia iniziamo a vedere i fiordi, per noi una novità assoluta poiché è la prima volta che veniamo in questo paese.
  L'aeroporto di Oslo è super trafficato pieno di gente, capiamo velocemente che qui i voli interni sono come per noi il treno pendolare; la Norvegia è ricca di strade, ma i tempi di percorrenza sono lunghi poiché il territorio è montagnoso, se i fiordi non si attraversano con ponti e o traghetti prevedono lunghissimi giri...qui ci sono tunnel sotto i fiordi e sotto i ghiacciai.
In Oslo il tempo è variabile con tendenza al bello, ma man mano che ci avviciniamo alle montagne che tagliano in due il sud della Norvegia il cielo si copre di una spessa coltre di nuvole atterriamo a Bergen sotto pioggia e vento.
Con Åge ci rechiamo alla casa di campagna, una bella fattoria che ha ca.
trecento anni e che è stata ristrutturata recentemente con molto buon gusto e attenzione alla tradizione.
FOTO: lago degli dei La Fattoria si trova sull' Isola degli Dei "Tysnesaøya" ad un'ora e trenta più traghetto da Bergen, si chiama così perché i Vichinghi venivano qui a propiziarsi gli Dei gettando nel "lago degli Dei"monili in oro e argento.
I sub non si esaltino, il governo proibisce strettamente le immersioni! A casa ceniamo con una ottima cena tipica: bocconcini di cervo saltati in padella con salsa alla panna acida, purè di patate, broccoli e per finire un ottimo cheesekake preparato dalla mamma di Åge.
Åge ci racconta che in Norvegia hanno un surplus di energia elettrica, che in alcune regioni un certo numero di famiglie sono pagate per consumare più energia...ora stanno stendendo un cavo sottomarino verso la povera (in energia e non solo)Europa.
Non è difficile comprendere che possano avere troppa energia, è incredibile , ma ovunque ci sono cascate e ruscelli che scendono dalle montagne che si riversano sia, direttamente nei fiordi sia nei laghi che poi a loro volta hanno emissari nei fiordi.
Venerdì 14 Settembre 2012 Dopo una abbondante colazione, con tante cose buone e un formaggio tipicamente norvegese che non avevo mai gustato il Fløtemysost, http://en.wikipedia.org/wiki/Fl%C3%B8temysost marroncino e che si taglia con uno strumento tipo quello per affettare i tartufi,decidiamo di andare a visitare Bergen, piove...
Bergen è una delle più [...]

Leggi tutto l'articolo