Notre-Dame a fuoco, Parigi sotto choc: «C'è chi piange, chi prega, chi si abbraccia»

Rabbia e dolore, ma anche tanta compostezza. Sono questi i sentimenti che accomunano le migliaia di persone che questa sera, a Parigi, si stanno radunando nei pressi della cattedrale di Notre-Dame, ancora devastata dalle fiamme. Nonostante i rischi per chi si avvicina troppo all'area, i parigini (e non solo) si sono riuniti per osservare l'intervento dei vigili del fuoco durante queste drammatiche ore.
Jeanne Sénéchal, giornalista di Le Figaro che si trova sul posto, ha raccontato: «La cenere e le braci ci cadono sulla testa, i pompieri e la polizia urlano che è pericoloso e cercano di fare arretrare la gente. Le fiamme continuano a infuriare». Altrettanto drammatica è la testimonianza di un collega, Luc-Antoine Lenoir: «Alcuni dei presenti piangevano, altri si stringevano tra loro».
Sulla Rue du Fouarre, vicino alla cattedrale, un pompiere che abita nel quartiere ha assistito all'impressionante spettacolo con a fianco la sua bambina. L'uomo ha riferito che alcuni dei suoi colleghi s...

Leggi tutto l'articolo