Novità Di Febbraio Parte III. PJ Harvey, Hayes Carll, Lia Ices, Mogwai, Arboretum, Eccetera

              In considerazione del fatto che le uscite si susseguono a getto continuo intensifico la rubrica sulle uscite settimanali integrandola con eventuali sviluppi su date cambiate e nuove aggiunte anche perché dovendo sentire pure il materiale per le recensioni che poi faccio per il Buscadero (e che sul Blog potete leggere in anteprima e gratis) non ho il tempo materiale per inserire nuove recensioni.
Confermato che il nuovo Bright Eyes The People's Key più lo sento più mi piace (uscita confermata il 15 febbraio), vi segnalo anche che la settimana prossima usciranno per l'ennesima volta, questa volta per la Sony Music, i vecchi album di Emerson, Lake & Palmer rimasterizzati (e tra poco, a marzo, la Universal provvederà a ristampare la discografia dei Queen, quantomeno in versione doppio CD con Bonus tracks mentre gli E L & P sono uguali agli album originali) e martedì 15 febbraio è anche il giorno fissato per il nuovo Drive-By Truckers Go-Go Boots.
Veniamo alle altre uscite del 15.
E' in uscita in due versioni (una normale e una digipack deluxe, ma con gli stessi brani) il nuovo PJ Harvey Let England Shake di cui si parla molto bene ( e da quello che sono riuscito a sentire mi pare di poter confermare e comunque bella la confezione digipack che si apre a tre ante), etichetta Island/Universal.
Hayes Carll è uno dei cantautori emergenti più interessanti del panorama roots-rock/Americana, KMAG YO-YO (& Other American Stories), più una scioglilingua che un titolo, è il secondo CD che pubblica per la Lost Highway e il quarto in assoluto per il musicista texano.
Torna anche uno dei gruppi principali della scena alternative, i Mogwai con un nuovo doppio album ( e doppio vinile) Hardcore Will Never Die But You Will che aldilà del titolo inquietante contiene anche, nel secondo CD, quello Bonus, un brano di 23 minuti The Singing Mountain che accompagna una installazione di due artisti visivi Douglas Gordon e Olaf Nicolai che non conosco (ma saranno sicuramente bravissimi, sono io che sono ignorante in materia).
Etichetta pias/Self.
              Saltellando da un genere all'altro con assoluta noncuranza vi segnalo anche il nuovo album degli Arboretum The Gathering etichetta Thrill Jockey/Self.
Terzo album per un gruppo molto interessante che vi consiglio se cercate sonorità inconsuete ma anche tradizionali in un giusto mix.
I Twilight Singers sono, ormai da cinque anni e cinque album, il nuovo collettivo dell'ex Afghan Whigs Greg Dulli che continua ad esplorare questa sua miscela tra rock alternativo [...]

Leggi tutto l'articolo