Nuova accusa di molestie per Fairfax

(ANSA) – WASHINGTON, 9 FEB – Diventa sempre più imbarazzante la situazione per i dem in Virginia, dove tre alti dirigenti del partito si rifiutano di dimettersi per accuse di presunto razzismo o abuso sessuale.
Oggi una seconda donna, Meredith Watson, ha accusato il vice governatore Justin Fairfax di averla stuprata 19 anni fa quando entrambi erano alla Duke University.
Un attacco premeditato e aggressivo, ha rivelato il suo avvocato, sostenendo che le accuse sono corroborate dalle dichiarazioni di amici e messaggi elettronici.
Watson ha spiegato di essere uscita allo scoperto dopo che Vanessa Tyson, una docente universitaria, ha accusato Fairfax di averla costretta a fare sesso orale in una stanza d’albergo nel 2004 durante la convention nazionale democratica.
Fairfax ha respinto la nuova accusa sostenendo di essere vittima di una campagna diffamatoria e chiedendo una indagine per essere scagionato.
Ma nel parlamento locale qualcuno già sta preparando l’impeachment.