Nuova malattia? No, nuovi medici...

ECCO ALCUNE ANNOTAZIONI su una nuova malattia, scoperta proprio l'altro ieri e cioè dal Dott.
T.
Willis nel recente...
1674...
di cui i nuovi medici (chiamiamoli così, io preferisco chiamarli BUFFONI SUPERPAGATI) non sanno nulla...
non conoscono l'inglese? esistono traduzioni dei testi "antichi"...
non riescono a studiare dopo mangiato? forse dovrebbero mangiare meno ostriche e bere meno Chardonnay...
riuscirebbero a studiare anche dopo cena...
ah! forse ho capito: NON GLIENE FREGA UN ACCIDENTI DELLA SALUTE DEI LORO PAZIENTI...
ahime'...
contro questa malattia non c'è assolutamente rimedio...
neanche una cardiectomia con relativa sostituzione del muscolo cardiaco con altro maggiormente funzionante potrebbe migliorare la loro situazione (in realtà gli è il cervello a far loro difetto...
sti' bischeri!!).
Mi auguro vivamente che questa NUOVA malattia che si chiama ACALASIA ESOFAGEA non colpisca mai queste belle preziosissime teste pensanti....
leggete e fatevi una cultura...
P.S.
ho cercato di contattare l'autrice dell'articolo, ma il suo indirizzo di posta è scollegato...
avrei voluto aderire con molto entusiasmo (diciamo così, visto che anch'io soffro di disturbi analoghi) ma non sono riuscita a rintracciarla.
Per favore chiunque abbia conoscenza di un blog o di un'associazione me lo segnali...
Grazie...
                        [Anatomia dell'esofago] [Acalasia esofagea] [La mia esperienza]     ATTENZIONE: tutte le informazioni che seguono sono state liberamente tratte da testi medici e desunte da esperienza personale, quindi si consiglia sempre e comunque di evitare autodiagnosi e di assumere farmaci senza il controllo e la prescrizione di un medico specializzato in gastroenterologia.
Rischierete altrimenti di peggiorare le vostre condizioni facendo tutto di testa vostra!   Anatomia dell'esofago e le sue funzioni   L’esofago si definisce come un tubo collassabile di circa 25-30 cm.
di lunghezza che si estende dalla faringe allo stomaco, attraversa il diaframma quando passa dalla cavità toracica a quella addominale.
Esso è situato prima dietro alla trachea e poi al cuore.
A differenza della trachea l’esofago è, come già detto, collassabile e le sue pareti muscolari no presentano strutture cartilaginee anulari.
Questa è più o meno la breve descrizione che i libri di anatomia danno riguardo questo organo, il libro da cui ho liberamente tratto queste notizie è "Fondamenti di anatomia e fisiologia dell’uomo" di C.P.
Anthony e N.J.
Kolthoff.
A questo punto penso sia più interessante [...]

Leggi tutto l'articolo