Nuova medicina: il capovolgimento diagnostico

Non mi vorrei soffermare sulla teoria di Hamer di per sé e delle scelte terapeutiche che seguono coloro che si ispirano a tale teoria.
Però è interessante conoscere di più di questo approccio. Prendo qui a sunto della teoria di Hamer il libro di Giorgio Mambretti "La medicina sottosopra" Prima legge: Il trauma è il detonatore Ogni malattia è causata da un trauma emotivo che ci coglie impreparati, ci prende in contropiede, un trauma che viviamo in solitudine e che non sappiamo come risolvere.
Allo scopo di continuare la specie, l'uomo ha sviluppato col passare del tempo dei programmi biologici di sopravvivenza che sono diventati automatici e si sono inscritti nel suo cervello, nelle sue cellule.
Esiste una triade indissociabile: mente-cervello-corpo, tre unità che funzionano sempre insieme.
a) Il cervello non è in grado di distinguere tra reale e simbolico, tra realtà e immaginazione.
b) Siamo programmati per sopravvivere, quindi la malattia è la soluzione perfetta del cervello in termini biologici di sopravvivenza.
c) Tutte le volte che un individuo viene colpito da un trauma emotivo che abbia le seguenti caratteristiche: - vissuto in maniera drammatica - ci colga impreparati - l'emoziona abbia il sopravvento sulla ragione - sia vissuto in solitudine, rimuginando continuamente il problema - non si trovi una soluzione soddisfacente Allora e solo allora il cervello entra in azione mettendo in moto uno speciale programma biologico per la sopravvivenza dell'individuo.
L'intensità del trauma emotivo determinerà la gravità della malattia, mentre il tipo di emozione determinerà la localizzazione nel corpo.Quindi la malattia è un simultaneo squilibrio a livello psichico, cerebrale e fisico dovuto ad un trauma emotivo.Senza conflitto non vi è malattia, rendersene conto è il primo passo verso la guarigione!Seconda legge: niente esiste senza il suo contrarioViviamo in un mondo polare, non esiste il giorno se non c'è la notte, la salute non ha senso senza la malattia, ecc.
La medicina ufficiale ha individuato circa un migliaio di malattie, suddividendole in malattie "fredde" e malattie "calde".
Quelle "fredde" sono: stato continuo di stress, insonnia, cancro, angina pectoris, neurodermatiti, psicopatologie, ecc.
quelle "calde" sono: infezioni, reumatismi, allergie, esantemi, ecc.
In verità non esiste una malattia "fredda" o una malattia "calda", ma piuttosto esistono fasi alterne "fredde" e "calde".
Tutte le malattie presentano appunto due fasi: fase "fredda" detta simpaticotonia, e fase "calda" detta vagotonia.
E' [...]

Leggi tutto l'articolo