Nuova tutela per quartieri storici Roma

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – Un nuovo vincolo di tutela per villini ed edifici di pregio pensato per proteggere l’identità dei quartieri storici della Capitale e per guidare il naturale processo di trasformazione della città: è la strategia di salvaguardia del paesaggio urbano che la Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia Belle Arti Paesaggio il prossimo 31 gennaio presenterà in un tavolo di lavoro istituito con Roma Capitale e Regione Lazio.
L’idea è di offrire una tutela graduata, che rispetti le caratteristiche storiche e tipologiche dei quartieri della città, e che preservi non singoli edifici ma interi nuclei urbani.
Il vincolo, basato sugli art.
138 e 139 del Codice dei Beni Culturali, dovrà armonizzarsi con le norme esistenti (il Piano Territoriale Paesistico, il Piano Regolatore Generale e la Carta per la Qualità oltre ai vincoli del Mibac).
Se accettato, il vincolo potrà essere operativo tra 6 o 8 mesi: l’area pilota scelta è il II Municipio, che comprende zone storiche come il quartiere Coppedè e il quartiere Trieste.