OLBIA GALLURA Continuità, Meridiana minaccia la cig

  da La Nuova Sardegna SABATO, 18 OTTOBRE 2008 Olbia, romanzo diffamatorio? Una ristoratrice sotto accusa di GIAMPIERO COCCO  OLBIA.
Il romanzo di Maria Concas - piccante ristoratrice d’origini romane, con predilezione per il cibo messicano -, dal significativo titolo «Io ti farò fare la regina» le è costato un processo per diffamazione, intentato contro la scrittrice dall’ex cognato, un avvocato di Lanciano.
 A nulla è valsa la precisazione, in epigrafe al romanzo, che «l’opera è frutto della fantasia dell’autrice e fatti e personaggi descritti sono del tutto immaginari».
L’avvocato Mauro Vastano si è perfettamente riconosciuto nella non certo edificante descrizione del «legale», indicato come fratello di un sottufficiale dei carabinieri, che la protagostista «una donna giovane, bella e intelligente» sposa con trasporto e passione, per vivere con lui tra l’Abruzzo e la Sardegna, fino alla traumatica separazione.
In pratica, stando alla querela per diffamazione, il resoconto della vita tra l’autrice e l’ex marito, appunto un sottufficiale dell’Arma.
 Un romanzo scritto di getto da Maria Concas e dato alle stampe in un paesino della Sicilia - Patti -, era stato pubblicizzato con conferenze stampa e diffuso porta a porta tra Olbia e Lanciano, dove abitavano i due protagonisti della vicenda.
 L’avvocato Vastano non perde tempo, una volta letta quella che ritiene l’autobiografia della ex cognata, e denuncia Maria Concas per diffamazione.
Ieri l’altro la scrittrice, accompagnata dal suo legale di fiducia, il penalista Angelo Merlini, si è presentata davanti al giudice unico del tribunale di Lanciano per rispondere del reato di diffamazione.
 L’avvocato, in apertura d’udienza, ha proposto un’eccezione preliminare che ha stoppato, momentaneamente, il procedimento penale: l’eventuale contenuto diffamatorio del libro, che è stato stampato a Patti, dovrà essere valutato, nel merito, dai giudici siciliani, competenti territorialmente per quel reato.
 Una tesi che è stata accolta dal giudice di Lanciano, che ha inviato gli atti ai colleghi di Messina.
Nel frattempo Maria Concas continua a curare i suoi molteplici interessi, gestendo magistralmente cinque ristoranti, in terra sarda e a Roma.
---------------------------------------  da La Nuova Sardegna SABATO, 18 OTTOBRE 2008 Continuità, Meridiana minaccia la cig Ricorso al Tar della compagnia dell’Aga Khan che chiede certezze sulle rotte più appetibili di Guido Piga OLBIA.
Alitalia mette sempre di più in crisi Meridiana [...]

Leggi tutto l'articolo