OLBIA GALLURA Barista in manette, in casa teneva 280 grammi di coca

    // da L'Unione Sarda Sabato, 17 Gennaio 2009 olbia Un'operazione della polizia Barista in manette, in casa teneva 280 grammi di coca   I poliziotti lo tenevano sotto controllo da tempo, avant'ieri sera gli uomini della squadra anticrimine del Commissariato sono entrati in azione, fermando il barista Silvio Addis.
L'uomo, 36 anni, è stato bloccato poco lontano dalla sua abitazione olbiese.
Perquisito, è stato trovato in possesso di 280 grammi di cocaina.
Gli agenti hanno trovato parte della droga nella casa di Addis.
Il resto della sostanza stupefacente, invece, è stata recuperata dopo una perquisizione personale.
Stando ai primi accertamenti della polizia la cocaina è di ottima qualità.
I poliziotti hanno recuperato anche una piccola quantità di hascisc e marijuana, sostanza da taglio e un bilancino di precisione.
Addis, difeso dall'avvocato Pietro Carzedda, verrà sentito questa mattina dal giudice delle indagini preliminari di Tempio per l'udienza di convalida.
Silvio Addis è una persona molto conosciuta in città.
Gestisce insieme ai suoi familiari un bar in viale Aldo Moro.
A quanto pare da diverse settimane gli investigatori seguivano i suoi movimenti, verificando incontri e frequentazioni del commerciante.
Qualche tempo fa il bar di Addis fu oggetto di un atto intimidatorio, un raid incendiario che provocò danni non ingenti alla struttura.
Una situazione che non sembra però avere, almeno stando a questa fase dell'indagine, nessun punto di contatto con i fatti che hanno portato all'arresto del barista.
L'indagine a carico di Addis, però, sembra ben lontana dalla conclusione.
Intanto, il pubblico ministero Elisa Calligaris, titolare del fascicolo che ipotizza la detenzione di droga a fini di spaccio, attende i risultati dell'interrogatorio previsto per questa mattina.
Nessun commento da parte del legale del barista, Pietro Carzedda.
D'altra parte lo stesso avvocato non conosce ancora tutti gli atti dell'indagine che riguarda il suo assistito.
In Procura, a Tempio, c'è il massimo riserbo sull'operazione.
L'interrogatorio di questa mattina rappresenta un passaggio importante per gli investigatori della squadra anticrimine.
I poliziotti, infatti, attendono di conoscere le scelte di Addis (l'uomo potrebbe anche avvalersi della facoltà di non rispondere) nella speranza di acquisire nuovi elementi utili per il loro lavoro.
In ogni caso gli investigatori, così come ha spiegato il dirigente del Commissariato Fernando Spinicci, continueranno ad indagare sul barista.
A.
B.
-----------------   da L'Unione [...]

Leggi tutto l'articolo