OLBIA GALLURA Moby all’assalto del regno Forship Dopo l’Isola Bianca l’armatore Vincenzo Onorato adesso punta su Golfo Aranci

  da La Nuova Sardegna MARTEDÌ, 02 DICEMBRE 2008 Karim punta sessanta milioni tutti su Eurofly Nemmeno un euro per Meridiana: un segno delle scelte del maggiore azionista La società con sede a Olbia non sembra voler sostituire i vecchi Md80      di GUIDO PIGA  OLBIA.
Nel lunedì nero delle borse europee (Piazza Affari ha chiuso con un -5.36%), il titolo Eurofly ha volato: +25.32%.
La seconda compagnia aerea dell’Aga Khan è stata premiata nel giorno dell’aumento del capitale da 44 milioni di euro.
Di questi, 20 li metterà Karim.
E’ il segnale più esplicito della sua nuova “politica”: in tutto, in soli due anni, ha investito 60 milioni, neppure uno per Meridiana.
 I sindacati hanno più volte chiesto all’Aga Khan di pronunciarsi chiaramente sul futuro della compagnia aerea di Olbia.
Le domande sono due: è vero che vuole svuotare Meridiana a favore di Eurofly? E, in caso contrario, perché non blocca l’ad Rossi che si sta muovendo in quella direzione?  Da lui, nessuna risposta.
La società ha sempre replicato riprendendo una lettera che Karim ha inviato al sindaco di Olbia e nella quale ha manifestato la sua intenzione di salvaguardare la “sardità” di Meridiana, ma a certe condizioni.
Una delle quali è l’abbattimento del costo del lavoro, una misura che il cda dell’azienda ha preso unilateralmente, avviando le procedure per il licenziamento di 145 tra piloti e assistenti di volo.
Non è una decisione isolata, ma, a leggere i documenti, solo l’inizio della nuova strategia di investimenti dell’Aga Khan.
 «Ridurrà le attività di Meridiana e le trasferirà in Eurofly, decretando la morte della prima compagnia» denuncia la Cgil trasporti.
Un progetto concepito nel 1997, con la nascita di Meridiana Express, la low cost poi stoppata dalla dura reazione dei dipendenti, e che sembra riprendere quota con Eurofly.
Senza il minimo ripensamento: tanto che, ieri, l’ad Rossi ha clamorosamente esautorato dalle sue funzioni Sergio Solinas, il direttore delle relazioni industriali che lavorava a un’intesa con i sindacati.
 La parola ai documenti, a cominciare da quello di apertura della crisi scritto il 13 novembre.
Meridiana l’ha annunciata perché, dopo il caro greggio, ora i passeggeri sono in calo (-23% di prenotazioni solo a novembre) e perché, secondo punto debole, i dipendenti costano troppo rispetto alla concorrenza («ivi compresa la nostra controllata Eurofly»).
E dunque, via ai licenziamenti.
Senza 145 dipendenti, e senza 9 aerei, Meridiana si avvia al tramonto.
La compagnia [...]

Leggi tutto l'articolo