OLBIA PROVINCIA MERIDIANA: COSA SUCCEDE?

  da La Nuova Sardegna DOMENICA, 02 NOVEMBRE 2008 Non rischia soltanto la Sassari-Olbia contraccolpi per il Costa Smeralda Dure reazioni all’ipotesi del dirottamento dei soldi verso il Nord Italia.
Mauro Pili ammette: in corso verifiche su tutte le risorse.
Sibillina risposta dell’Enac a Mannoni     di GUIDO PIGA  OLBIA.
Non tutti i nord sono eguali, qualcuno lo è di più.
Quello italiano, la mitica Padania, ha più popolazione, più ricchezza, più voti da offrire al governo Berlusconi a trazione settentrionale.
Al confronto, il nord Sardegna è così piccolo che, nel rimescolamento dei fondi di Tremonti, richia di perdere non solo quelli per la Sassari-Olbia ma anche quelli per l’aeroporto Costa Smeralda.
 Paradossolmente, le notizie (brutte) per l’isola le hanno rese pubbliche, e continuano a farlo, gli industriali, quelli più vicini al governo.
Il presidente sardo dell’associazione ha denunciato, con una pacata ma coraggiosa lettera indirizzata a Berlusconi, il pericolo che i 470 milioni per la Sassari-Olbia possano essere dirottati nel Nord d’Italia.
Sono sì inseriti in un’ordinanza del presidente del consiglio sul G8 (è di agosto), ma non sono stati confermati nel decreto legge (di ottobre) che ha sbloccato solo i 233 milioni per la costruzione degli hotel alla Maddalena.
 Il quotidiano degli imprenditori, «Il Sole 24 ore», ha delineato il quadro che porterebbe allo scippo.
Fornendo tutti i dettagli, ha raccontato che cosa sta succedendo in questi giorni nel governo sui fondi per le aree svantaggiate, una partita miliardaria che deve (dovrebbe) aiutare le regioni povere, come la Sardegna.
I ministri litigano sulla destinazione dei soldi, Berlusconi li corregge, davanti agli imprenditori, sugli importi spendibili.
 Per Scajola, ministro dello Sviluppo economico, a disposizione ci sono dodici miliardi.
Per il premier, sedici e passa.
Quattro miliardi in più che, secondo il quotidiano, verrebbero sottratti al pacchetto destinato al trasporto aereo.
Il che, per la Sardegna, sarebbe un’altra mazzata.
Perché a rischio ci sarebbero anche i 40 milioni assegnati all’aeroporto di Olbia per l’allungamento della pista.
 Un’ipotesi che trova conferma in una telefonata, tutta da decifrare, ricevuta venerdì dall’assessore regionale ai Lavori pubblici, Carlo Mannoni.
Dall’altra parte della cornetta c’era l’Enac, l’ente nazionale che vigila sugli aerei e le loro infrastrutture.
L’Enac voleva sapere se la Regione avrebbe messo a disposizione i fondi per spostare una strada, passaggio [...]

Leggi tutto l'articolo