OPERAZIONI RIVELATRICI

I visitatori di questo superbo blog che hanno avuto modo di leggere il mio articolo sul lotto “Maieutico” sapranno già che le mie indagini si concentrano quasi esclusivamente su quei metodi, quelle strategie, per battere il banco nell’immediato, in un solo colpo di gioco.
In questo periodo di studi ho, da una parte continuato la mia vecchia strada (che sembra essere la migliore), dall’altra, ho però provato anche a matematizzare il processo e, nel contempo, ho osservato le uscite dei numeri direttamente dal Tabellone Analitico (cosa che trovo interessante, ma ancora lontana dall’essere sfruttata).
Delle tre vie, come è ovvio, quella più impensabile risulta essere quella matematica.
Ma le operazioni di codesta scienza possono offrire sono veramente utili a coloro che usano, abitualmente, la statistica come chiave risolutiva.
I vantaggi che sto per offrire al lettore sono due: l’immediatezza, nel senso che quello che si va a produrre è valido per un solo colpo di gioco, e una base più ristretta su cui ognuno può, a suo modo, continuare il percorso di cernita delle combinazioni da giocare.
Eseguite le seguenti operazioni: In qualsiasi estrazione e ruota ricavate le distanze tra il 1° e il 2° estratto, tra il 2° e il 3°, tra il 3° e il 4° e tra il 4° e il 5°.
Esempio, a Bari escono 67 – 90 – 78 – 09 – 45 90 – 67 = 23 90 – 78 = 12 78 – 09 = 69 45 – 09 = 36 Ai risultati prodotti si dovrà sommare, uno ad uno, l’indice fisso 45, facendo il fuori 90 se necessario: 23 + 45 = 68 12 + 45 = 57 69 + 45 = 114 – 90 = 24 36 + 45 = 81 Tutti i risultati ottenuti nelle due operazioni si mettono in ordine crescente di  decina: 12 – 23 – 24 – 36 – 57 – 68 – 69 – 81 Di questi si prendono solo le prime 4 decine, in questo caso: la decina, la ventina la trentina e la cinquantina.
Se i risultati delle operazioni avessero prodotto numeri dell’unità, questi dovevano essere saltate.
Le prove da me effettuate indicano che è meglio prelevare decine a partire proprio dal 10 in poi.
Naturalmente non ci interessano le cadenze delle rispettive decine ma solo queste.
Ebbene, su 13 estrazioni mensili, queste semplici operazioni riescono a centrare 8-10 volte da 2 a 4 decine vincenti.
Da questa base, avendo cioè 40 numeri invece che 90 (4 decine di 10 rispettive cadenze), chi utilizza software per il Lotto, potrà avere un vantaggio in più nella cerca degli estratti da porre in gioco. Tengo a sottolineare che, nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di centrare 3 o 4 delle cinque [...]

Leggi tutto l'articolo