ORDINE DEI GIORNALISTI,ALL'ESAME IL METAL DETECTOR FERMA I REGGISENI,RAGAZZE COSTRETTE A TOGLIERLO

Roma, Hotel Ergife.
Ritrovo alle 8.30 per uno degli appuntamenti più importanti della vita lavorativa:l'Esame da Giornalista Professionista.
Peccato che per i 180 Candidati, ed in particolare le quasi 90 donne iscritte alla Sessione, ci sia stato un ostacolo in più da superare, il terribile Metal Detector attraverso cui passare prima di arrivare in aula, che non perdona Pc, Smartphone e Tablet, che potrebbero avvantaggiare gli aspiranti Reporter durante la prova, ma che suona all'impazzata, scatenando un caos che dura ore.
Rallentamenti e disagi per tutti i Candidati già sotto Stress per l'importanza della Prova.
Imbarazzi sopratutto per le ragazze, però.
Perchè se agli uomini è bastato togliersi orologi, catenine, braccialetti, in certi casi anche le scarpe, per le donne il problema è stato un pò più "intimo":il Metal Detector si è rivelato particolarmente sensibile ai gancetti dei reggiseni, in particolare di quelli a chiusura magnetica tanto in voga di recente.
Via il reggiseno, davanti ad una Pattuglia di Ispettori formata da soli uomini.
Visto che il problema si era già verificato in passato, stavolta nella sala delle Ispezioni era stato messo un piccolo Separè.
Non proprio un baluardo di riservatezza, giusto 2 pannelli posizionati un pò maldestramente accanto ai tavoli dove tutti i candidati, maschi compresi, lasciavano borse e cappotti.
In certi casi, però, neanche lo Striptease ha risolto la questione, col Metal Detector che continuava a suonare e illuminarsi allo sfilare delle ragazze senza il reggiseno.
Dopo 2 ore e mezza di code e lamentele l'Esame è cominciato per diventare professionisti, stavolta senza bisogno di spogliarsi.

Leggi tutto l'articolo