OSTEOPOROSI

Chi non ha mai sentito questo termine? E tuttavia, va detto, che è un termine generico che sta a signficare un'aumentata porosità dell'osso.
Questa patologia è cratterizzata da una riduzione della massa ossea per unità di volume, sia pure vi sia un rapporto del tutto normale tra matrice ossea e la fase minerale; ovverosia, il rapporto tra massa minerale dell'osso e la densità minerale dell'osso.
Si tratta di una comunissima patologia metabolica dell'osso di noi comuni mortali.
Si pensi che più del 25% delle donne, ne è affetta, e più del 18% degli uomini al di sopra dei 70 anni.
Sia chiaro, si tratta di statisiche, e non di  regole Per onorare lo scopo divulgativo dell'argomento va detto che la massa ossea di noi umani raggiunge il massimo picco tra i 20 e i 35 anni per poi  intraprendere la fase decrescente in maniera graduale ma prograssiva.
Tale calo è significativo e si calcola che possa raggiungere il 50% a livello delle ossa lunghe(femore, omero, tibia, ulna ecc.) in età compresa tra i 60 e i 70 anni.
Si è così  potuto evidenziare che la massa ossea raggiunge valori elevati nei soggetti di razza nera rispetto alla nostra; cosiddetta bianca, e che si manifesta più nel sesso femminile ripetto a quello maschile, oltre naturalmente appare defitaria begli individui ipogonadici o malnutriti.
Alla luce di queste ed altre evidenze la medicina è stata in grado di formulare diverse ipotesi circa le cause dell'osteoporosi.
Si da molta importanza all'azione della calcitonina, in quanto i livelli di questo ormone nella donna sono più bassi.
Altra ipotesi è quella determinata dagli estrogeni in quanto la terapia con questi ormoni tende a rallentare il riassorbimento osseo nella donna riducendo l'ipercalcemia nel caso dell' eccessiva secrezione di paratormone; ovvero, Iperparatiroidismo.
Nelle donne che sono andate in menopausa precocemente a seguito di isterectomia totale, si apprezza una comparsa precoce di osteoporosi.
Altra causa, va vista a seguito di prolungate terapie con corticosteroidi(cortisone).
E per ultimo vale la pena ricordare che una dieta eccessivamente ricca di proteine, quindi acida, potrebbe condurre a demineralizzazione dell'osso.

Leggi tutto l'articolo