Obbligo dei paradisi fiscali: lista dell'OCSE aggiornata

Le aziende secondo un regolamento dell'Ocse hanno bisogno di dichiarare il reddito delle società e su di un apposito modulo riportare i pagamenti che hanno fatto direttamente o indirettamente a persone situate in paradisi fiscali. Questo è il caso in cui tali pagamenti superino l'importo di 100.000 euro per periodo d'imposta. Se tale dichiarazione non viene fatta, il pagamento non è deducibile come spese aziendali.
Per l'OCSE, c'è una lista di paradisi fiscali. Sulla lista dell'OCSE ci sono i paesi che non rispettano gli standard dell'OCSE sulla trasparenza e lo scambio di informazioni. Stavano sulla lista dell'OCSE fino a poco tempo solo le Isole Vergini Britanniche.
Il Forum globale su  trasparenza delle imposte e scambio di informazioni a fini fiscali si è tenuto il 4 novembre scorso e l'OCSE ha pubblicato la sua ultima relazione sull'applicazione dello scambio di informazioni di 17 paesi o giurisdizioni. Le isole Marshall, Panama, Guatemala, Micronesia e Trinidad e Tobago sono st...

Leggi tutto l'articolo