"Obbligo" di minigonna e tacco 12: il pm di Rovigo rischia il posto

Una bufera giudiziaria ha colpito la Procura di Rovigo con una vicenda di proporzioni ben più ampie del territorio di competenza.
Il quadro complessivo racconta di alcuni candidati borsisti e borsiste ai corsi di formazione per il concorso in magistratura della società Diritto e Scienza sarebbero stati vessati attraverso contratti contenenti clausole invasive rispetto alle proprie scelte di vita.
Tra queste il divieto di matrimonio, o fidanzamento consentito solo in seguito a un esame del quoziente d'intelligenza condotto dal magistrato per capire se un determinato fidanzato, o fidanzata fosse, a giudizio del magistrato, adeguato.
Si parla inoltre di borse di studio di serie A e B a seconda della valutazione di numerosi requisiti tra i quali bellezza, eleganza, potere, attitudine materna.
E non poteva mancare un dress code per le partecipanti al corso: minigonna e tacco 12.
Contratti tra l'eccentrico e l'eugenetica, insomma, su cui sta svolgendo la propria attività di verifica la giust...

Leggi tutto l'articolo