Odisseo racconta: nella grotta del Ciclope

I Feaci organizzano un banchetto in onore di Odisseo.
Durante il banchetto Odisseo racconta le sue mitiche avventure a Nausicaa, a re Alcinoo e a tutta la corte.
Fra tutti i racconti quello che spicca di più è l'incontro nella grotta con il grande Ciclope Polifemo.
Spinto dalla curiosità, Odisseo, rimase prigioniero nella grotta del gigante: anche se lui aveva implorato Polifemo di rispettare le leggi di Zeus, quel mostro, essendo feroce e selvaggio, riserva una brutta accoglienza a Odisseo e a i suoi amici.
Polifemo affamato afferò due dei compagni di Ulisse e se li mangiò senza pietà.
Il mostro, sazio, cominciò a dormire e Ulisse pensò subito di ucciderlo ma non potè farlo perchè davanti all'entrata c'era un grande masso che solo Polifemo poteva spostarlo e se l'avrebbe ucciso sarebbero rimasti intrappolati nella grotta.
Svegliato prese altri due uomini e se li mangiò e dopo uscì dalla grotta per far pascolare le pecore.
Così Ulisse cominciò a pensare un modo per salvarsi.
Vide un grande tronco, lo tagliò, aguzzò la punta e lo nascose sotto il letame.
Poi tutti fecero un sorteggio per decidere chi doveva accecare Polifemo mentre dormiva.

Leggi tutto l'articolo