Odit sulla Ison supercomet.

News sulla ISON Supercomet >Dall'ultima e-mail del mio amico Michele, porto a conoscenza alcuni possibili e reali scenari che potrebbe portare Ison supercomet.
Da Ginevra mi scrive, le cose sembrano ormai chiare! Ovviamente certezze assolute nessuno le ha,forse qualche scienziato della Nasa o della Roscosmos.
Io sono per la verità per quello che posso sapere da persone di cui mi fido e dai siti su cui mi documento quotidianamente.
Tutti concentrati sulla Ison e pochi sanno che invece sono quattro le comete in questo anno,Ison,C/2013 R1 Lovejoy già visibile ad occhio nudo,2P/Encke, anche questa visibile ad est dal 20 di novembre ed C/2012 X1 LINEAR!  Ison non è una cometa comune,ma pare che arrivi da molto lontano, da un esplosione con una Luna del sistema Nibiru,molto piu allungato del nostro.
 Cmq sia leggo: > La  MOID si è rimpicciolita ancora di piu e tra l'orbita della cometa e quella della Terra rende possibile l'esistenza di uno sciame meteorico dalla cometa Ison.
Amico mio,il 28/11/2013  o adderittura quando Ison virerà il polo sud della nostra Stella (Sole) avrà poche possibilità di restare integra.
Al momento sembra che in alcuni punti la cometa sia già frantumata,basterà la forte energia del Sole a polverizzarla e seguendo l'orbita, LA PIOGGIA COMETARIA SARA' INEVITABILE!!!!                                      I Calcoli indicano che questo sciame meteorico dovrebbe avere le seguenti caratteristiche: data del massimo attorno al 16 gennaio, con una velocità geocentrica 55,75-50,46 km/s, radiante,durante il massimo di ascensione retta e di declinazione,per capirci un punto compreso tra le stelle Eta e Gamma della costellazione del Leone! Lo sciame di detriti cometari si dovrebbe manifestare dal 20 gennaio 2014 in avanti.
Sembra potersi profilare l'idea di una pioggia meteorica mai vista, ed è questo trade di polvere carboniosa dovrebbe scendere sul nostro pianeta portando qualche reazione elettromagnetica,questo perchè il nucleo di Ison non è formato di solo roccia e ghiaccio,ma da altri materiali.
 Quando la Ison si presenterà in uscita dal suo perielio, avendo aggirato il polo sud del Sole e passando all'interno dell'orbita di Mercurio, quindi  poi sopra il Polo Nord Terrestre, tra il 07 e il 14  gennaio 2014; molto probabilmente 1 settimana dopo la Terra sarà esposta allo sciame di detriti che la Ison si porterà sicuramente dietro sé.
Secondo alcuni dati verificati proprio ieri notte, questi detriti dovrebbero cadere in occidente, ma impossibile capirne ora direzione! La [...]

Leggi tutto l'articolo