Oggi in molti recuperano Craxi e la sua memoria.

Oggi in molti recuperano Craxi e la sua memoria.
Persino Francesco De Gregori e Staino si ’pentono’...
"Una parte dell’opinione pubblica sta rivalutando non soltanto Craxi, ma l’intera prima Repubblica, perché avverte che il Paese, in mezzo a tante polemiche e promesse inconcludenti, si è impoverito.
In effetti, agli inizi degli anni ‘90, il nostro Pil era simile a quello di Francia o Germania, mentre adesso è del 30 per cento al di sotto".
Sempre Staino si è pentito.
"Lui al tempo era un comunista, direttore di 'Tango', l’inserto satirico dell’'Unità' che metteva i socialisti alla gogna.
Oggi osserva che le monetine furono il primo atto di antipolitica, l’inizio di quello che i populismi di oggi hanno portato a compimento".
Lei e Bettino lavoravate in via del Corso a Roma, storica Direzione del Psi.
"All’ultimo piano.
Ma quel che conta è che eravamo entrambi innamorati di Milano e ci accomunava il mito di Pietro Nenni e dell’autonomismo socialista".
Tra voi che rapporto c’era? "Di aff...

Leggi tutto l'articolo