Ogliastra, minacce a procuratore Lanusei: un indagato

01 Aprile 2009 13:20 CAGLIARI Sardegna/ Ogliastra, minacce a procuratore Lanusei: un indagato Forse di una guardia giurata scritte minacciose contro magistrato Cagliari, 1 apr.
(Apcom) - Una guardia giurata in servizio in un istituto di vigilanza di Tortolì, in Ogliastra, sarebbe indagata per le intimidazioni recentemente subite dal procuratore della Repubblica di Lanusei, Domenico Fiordalisi.
Sembrano dunque arrivate ad una svolta le indagini condotte dalla procura di Roma: dieci giorni fa una scritta con pesanti minacce al magistrato e ai suoi familiari era stata tracciata su un muro alla periferia di Ilbono.
Poco distante, un sacchetto contenente quattro proiettili calibro 12.
E' stata l'ultima, in ordine di tempo, di una serie di intimidazioni subite da Fiordalisi.
La svolta nelle indagini si deve all'inchiesta per le minacce e gli attentati subiti da pubblici amministratori e responsabili di uffici tecnici comunali che ha portato a numerose perquisizioni in alcuni studi professionali e in sedi di istituti di vigilanza, in cui sarebbero stati sequestrati anche alcuni fucili.
Operazioni che, almeno così ritengono gli investigatori, hanno forse messo in allarme i responsabili delle intimidazioni che, da quando è stata imboccata questa pista, hanno cessato la loro attività.
L'ultima 'impresa' era stata messa a segno contro il responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Tortolì, Mauro Cirina, la cui casa era stata fatta oggetto di fucilate proprio mentre era presente lo stesso Cirina e la famiglia.
Per questo episodio, gli inquirenti ipotizzano il reato di tentato omicidio, per il quale potrebbero essere imminenti degli arresti.

Leggi tutto l'articolo