Ogni DELFINO'è (b)bello a mammà soja vol 4

Nudi e crudi: i Ponterotto dolphins Da chi non ha mai giocato a chi non dovrebbe farlo.
Leggete e rabbrividite.
    Maurizio Matteoli (senatore) Grinta, stacco aereo, anticipo perfetto.
Potrebbe giocare in categoria, dicono tutti quelli che lo vedono.
Ma allora perché non ci va? Ruolo: stopper, purché non a zona.
Voto: 3 categoria.
Alessio Lepo Leporatti Con i suoi quarant’anni che sembrano trentatre AL77 invecchia bene nell’aspetto, male nel fisico: sempre più goffo, lento, inefficace.
Sono lontani i tempi in cui sbagliava troppi gol: adesso neanche arriva a tirare.
Ciò nonostante continua a rifiutarsi di correre e a pretendere di giocare.
Vota a sinistra, ma ha l’animo dei peggiori conservatori.
Uno di noi.
Daniele Cappello Con solo due allenamenti all’anno ogni tanto si presentava al campo con la celebre battuta umoristica: "Almeno quando affrontate una squadra debole gioco”.
Quest’anno una presenza, un errore imperdonabile.
Eroe Daniele Magro Stopper implacabile con gli avversari più scarsi di lui, crolla come una castello di sabbia davanti a un centravanti appena capace.
Tocco di palla infame e irrecuperabile.
Con molta dignità, ha evitato l'umiliazione di essere messo da parte presentandosi sempre più di rado.
Nicco Romagnoli Alzi la mano chi lo ha sentito dire piu' di dieci parole sensate in due anni?.
Ha giocato poco, prima chiuso dal Flaco (il che e' tutto dire), poi da un ginocchio ballerino.
Mr.B, Mr.Vitt, Smaldo, Tinacci  (gli intenditori della squadra) l'hanno definito un mostro quando lo hanno visto giocare la prima volta.
Bastava questo per capire.
Avrebbe alcuni numeri di gran classe, solo che non li capisce nessuno.
Probabilmente neanche lui.
Fabio Bione Arzilli L'uomo in piu' del Ponterotto.
Ci ha messo circa sei mesi ad entrare in forma, ma solo un quarto d'ora a beccarsi la prima ammonizione per proteste.
Irascibile come Dinamite Bla e alto uguale.
Ha sprecato piu' energie lamentandosi con I compagni che non tirando in porta.
Andrea Baro Baronti Avete presente quei giocatori che durante le ripetute si fermano perché provano improvvise fitte lancinanti, irresistibili impulsi a fare pipì e soprattutto hanno le scarpe che si slacciano? Neanche mister Vitt ci cascava più! Difensore innamorato del pallone, perciò destinato ad essere azzoppato al massimo entro cinque partite.
Go  Dolphins Go!!!

Leggi tutto l'articolo