Ogni DELFINO'è (b)bello a mammà soja vol 5

    Nudi e crudi: i Ponterotto dolphins Da chi non ha mai giocato a chi non dovrebbe farlo.
Leggete e rabbrividite.
Fabrizio Manetti Il soprannome Mele gli sta perfetto, come la giacca da yuppie con cui si presenta in spogliatoio.
In campo si avvita, si insinua: un cobra morso da una tarantola.
Viste le prestazioni, ancora piu' azzeccato e' il suo secondo soprannome: Saponetta.
Marco Taddeini E' riuscito senza fatica ad abbassare l'eta' media, un po' meno ad alzare il tasso tecnico: obiettivamente un'impresa disperata.
Giuseppe Beppe Minotta Una carriera di certezza: centravanti il primo anno, poi terzino, oggi finto centravanti, domani chissa'.
Se avesse piede, freddezza, visione di gioco e senso della posizione sarebbe fortissimo.Per noi è l’uomo di Coppa e il re delle cene.
DanielCiampolini                                                                                                         Armadio a tre ante, che corre come un pazzo, calcia la porta e sa toccare la palla.
Non bastasse, è bello e ricco.
Con queste premesse poco importa che prenda o no la Ponterottite: prenderà comunque un sacco di botte dall’intero brutto, sporco, cattivo e invidioso avversario di turno senza aver mai una punizione a favore.
Voto: 7 rancoroso Andrea Merlo Frattuzzi.  Merlo, perché lunedì non sei venuto all’allenamento? “Perché, incidentalmente, essendo stato, in fin dei conti, ed avendo, mi spiego, pensato incidentalmente, che essendo cioè , fatto sta, nella logica per cui...” Merlo parla (e ragiona) così, eppure (o proprio per questo) ha il calcio nel sangue: sa impostare, difendere, tenere palla, tirare in porta.
Purtroppo non si è ancora capito se giocherà, come e quanto: “L’idea sarebbe, incidentalmente, di garantire una presenza, di modo che, nell’ottica degli impegni, tipo che, incidentalmente, essendo stato e avendo avuto...”.
Voto: 8, incidentalmente.
Venturini Fabio    Un glorioso passato nel Santa Maria, che per noi è già fantascienza, non gli è servito a salvarsi: un mostro alla prima presenza, era già un mediocre alla seconda e un brocco alla terza.
Cagionevole di salute, è destinato a diventare il nuovo Mele.
  MatteoTorregrossa Gran fisico, fiato spaventoso, potenza e coraggio.
Avrebbe tutto per diventare un uomo-Celeste, ma il suo cuore è altrove.
No, niente donne: è che la domenica non può venire perché insegna catechismo.
Non serve dire altro.
Carriero Luca Non ha mai fatto [...]

Leggi tutto l'articolo