Ogni maledetta domenica, recensione di Biagio Giordano

Ogni maledetta domenica (Any Given Sunday) è un film socio-sportivo del 1999 diretto da Oliver Stone.
Lo sport come metafora del capitalismo post moderno ossia: produrre ricchezza, tanta, per pochi, umiliando, sottomettendo, emarginando, gli sconfitti. Quest'ultimi possono riscattarsi solo diventando degli eroi, o essere dotati per natura di particolari virtù apprezzate dal mercato.
A che serve produrre tanta ricchezza se pochi ne usufruiscono e si lascia morire l'habitat del pianeta? Oliver Stone colpisce ancora, ricordandoci ciò che ci circonda, l'altro, il prossimo, una società in cui gli umili e i minimi non possono che vivere nel riverbero delle bellezze altrui, tra queste le squadre del football americano con le loro super prestazioni e super premi. Ai minimi non resta che scommettere sui risultati, tifare, identificarsi con l'amato atleta accuratamente scelto, sognando, amando gli atleti e il gioco: lungo un tragico equivoco riguardo l'empatia, ritenuta convenzionalmente erronea...

Leggi tutto l'articolo