Olanda 3 - Italia 0

Diario 141  Ieri sera c'è stato l'esordio della nazionale di calcio agli europei di Austria e Svizzera.
Non avendo niente da dire sul calcio cosiddetto "minore", copio e incollo l'estremamente divertente pagella compilata dall'amico Venetoviola e pubblicata su Fiorentina.it.
Buona lettura! BUFFON: 7 Che gli Dei del pallone lo preservino.
Solo grazie a lui la sconfitta non ha assunto i contorni della disfatta.
Baluardo solitario.
ZAMBROTTA: 4 per il gioco e 2 per il look.
Capelli impomatati con taglio improbabile.
Si preoccupa solo di quelli e dalle sue parti gli olandesini arano il terreno che è un piacere.
2 al suo parrucchiere.
Colletta per un gel a tenuta forte.
MATERAZZI: - 6.
L’analisi del DNA ha rivelato che l’eccesso di inchiostro da tatuaggi ha invaso le arterie principali e lui si ritrova incartapecorito come un papiro egiziano della IV dinastia.
Si è deciso di portare il David al suo posto.
STATUARIO BARZAGLI: - 4.
Chi lo ha visto correre (?) giura che prima del match sia stato sodomizzato con due attrezzi da pulizia (scope) che, malauguratamente, sono rimasti incastrati e non sono stati rimossi prima di scendere in campo.
Ha già ottenuto un contratto pubblicitario per il nuovo disco di Camerini: Rock and Roll Robot.
PANUCCI: 3.
Si dimentica di entrare in campo preoccupato della coda alla posta all’indomani per ritirare la pensione.
Cronisti riportano di un Lippi ricoverato all’ospedale di Viareggio per calmare gli effetti convulsivi causati dall’eccesso di risate.
E’ stato offerta a Panucci un posto all’ospizio di Roccacannuccia con infermiera inclusa.
GATTUSO: 2.
Si dimentica di togliere le catene della pubblicità e gioco forza cammina in campo.
Oltretutto il continuo tintinnio (non si sa se contribuiscano anche le giunture) mette in guardia gli avversari del suo arrivo (?).
Ha acceso un cero alla Madonna perché non ha piovuto altrimenti sai che difficile togliere tutto il ferro? AMBROSINI: 4.
Grandissima mossa tattica del CT.
Si rivela la carta vincente (per gli olandesi) grazie alla mobilità paragonabile a quella di un autobus a Roma in via Salaria nell’ora di punta.
Il vecchio amico Van Basten gli fa trovare una scatola di cioccolatini in albergo.
La dedica: 10,100, 1000 Ambrosini.
PIRLO: 6 (di stima).
Poverino, canta e porta la croce ma è completamente indifeso.
Aggredito ad ogni tocco mostra gli sprazzi della classe che gli è propria ma da solo….è durissima.
CAMORANESI: 3.
Con la testa al torneo di Golf di Torre Annunziata che gli potrebbe permettere di migliorare l’handicap [...]

Leggi tutto l'articolo