Olimpiadi 2012, Pistorius sogna in grande: è in semifinale

Oscar Pistorius è famoso ormai da anni per la sua perseveranza.
Nato 26 anni fa con una malformazione che ha costretto i medici ad amputargli entrambe le gambe quando aveva solamente 11 mesi, il sudafricano ha corso oggi i 400 piani, ottenendo l'accesso alla semifinale.
E adesso sogna in grande.
Pistorius è già entrato nella storia per il solo motivo di partecipare alle Olimpiadi 2012, visto e considerato che si tratta del primo biamputato a partecipare a un'edizione dei Giochi con i normodotati.
Le polemiche sulle sue protesi al carbonio, viste quasi come una sorta di doping, sono state tante e lo hanno accompagnato per diversi anni.
Pistorius, infatti, sognava le Olimpiadi con i normodotati da ben 6 anni.
Una miriade di giornalisti ha assistito stamattina alle batterie all'Olympic Stadium: secondo tempo, il suo migliore stagionale, 45 secondi e 44 centesimi: «Ho sempre avuto fede e adesso non vedo l'ora di correre la semifinale.
Rappresentare il Sudafrica mi rende fiero e orgoglioso.
Sarà difficile guadagnare la finale, ma essere arrivati qui è già emozionante».
A Pechino 2008 fu costretto a gareggiare nelle Paralimpiadi, vincendo comunque l'oro nei 100 metri piani, l'oro nei 200 metri piani (con tanto di record paralimpico) e l'oro nei 400 metri piani (accompagnato dal record del mondo).
A Londra 2012 lo si potrà ammirare anche nella staffetta 4x400, con cui ha vinto un argento ai mondiali del 2011, partecipando però solo alla semifinale (il tempo della finale, senza Pistorius, è stato comunque inferiore a quello della semifinale stessa).
  CLICCA QUI PER SCOMMETTERE 100 EURO DI BONUS

Leggi tutto l'articolo