Olio di vinaccioli

Per la fine dell'anno 2015 mi sono voluta fare un ultimo regalo: l'olio di vinaccioli.
Benché lo avessi spesso sentito nominare, non avevo mai potuto usarlo perchè non riuscivo a trovarlo in vendita in nessun negozio della mia zona.
Appena ho potuto l'ho quindi comprato da internet, dal sito Il giardino dei libri, marca La finestra sul cielo.
Questo olio ha un costo molto variabile, partendo da una media di 1 euro per 100 ml, ad esempio nel caso di quello che ho preso io la bottiglia è venuta 5,35 per 500 ml, i prezzi possono superare anche i 10 euro per 100 ml se si tratta di prodotto biologico e ottenuto da spremitura a freddo dei semi dell'uva.
Esso ha un grande vantaggio rispetto agli altri oli, non unge, viene assorbito velocemente dalla pelle e non appesantisce i capelli.
E' un vero elisir di bellezza, nonostante la carenza di vitamina E è abbondante di polifenoli, sostanze dalle ben note proprietà antiossidanti, e di acido linoleico, un acido grasso essenziale che fa parte della famiglia degli Omega 6.
Personalmente l'ho messo subito dopo essere uscita dalla doccia su tutto il corpo, viso compreso. L'olio di vinaccioli infatti rassoda la pelle e stimola la micro circolazione locale. Sui capelli può essere utilizzato sia come impacco pre shampoo che come leave in a capelli umidi. Io ho deciso per questa seconda opzione e sono rimasta soddisfatta, i capelli sono diventati idratati e morbidi.
Anche se non è il mio caso, sarà dunque utilissimo per chi ha i capelli secchi o crespi.
Può essere anche utilizzato su capelli sfruttati dai trattamenti chimici, in quanto aiuta a risanarli (nei limiti del possibile, si intende).
Per chi non sapesse cos'è il vinacciolo, metto quest'immagine chiarificatrice.
Ricordo infine, come altre volte ho fatto, che gli oli si usano puri, quindi, quando lo acquistate, assicuratevi che tra gli ingredienti figuri una voce sola, cioè olio di vinaccioli oppure vitis vinifera semi.

Leggi tutto l'articolo