Omaggio A Pasolini***

Da poesia in forma di rosa  il libro delle croci Da quel gabbione uscii...
Nessuno mi guardava.
Per quale distrazione? Per quale pensiero immerso senza pietà nel cuore? Per quale esclusiva incomunicabile passione? Come una vecchia carta, un pezzo di giornale trascinato sul lastrico dal vento, vagavo, ignorato, contro i cantoni di marmo e ottone, gli alberelli severi del Nord, i vetri di una Banca...
Il futuro dell'uomo! Nessuno sapeva più nulla della pietà, della speranza: sapevano in questa accanita città, solamente il futuro, come già seppero la vita.
Ognuno l'aveva in cuore, passione quotidiana, scontata novità, luce della nuova storia.
E io senza più capire cos'aveva potere d'importargli, di avere per loro significato di farli ridere, di farli piangere, ero un vecchio pezzo di giornale, trascinato dal nuovo vento tra i loro piedi di Angeli.
Pier Paolo Pasolini Lieto Pomeriggio Un Abbraccio ***Leica*** da PensieriParole

Leggi tutto l'articolo