One Direction come i Beatles: fan isteriche e svenimenti per strada

Quasi 50 anni dopo i Beatles, i One Direction, il fenomeno pop britannico del 2012, sono stati protagonisti, in Nord America, di scene che non si vedevano dal secolo scorso.
A Montreal, in Canada, migliaia di ragazzine si sono assiepate davanti al Musique Plus studio, dove il quintetto inglese si sarebbe poi esibito in uno showcase, nella speranza di vederli, toccarli o guadagnare almeno l'ingresso al concerto.
Circa 300 di loro si sono addirittura accampate per 36 ore, nonostante il freddo rigidissimo (- 10° C).
Molte hanno saltato scuola e la strada in cui si trova il locale ha dovuto essere chiusa.
Ambulanze e paramedici hanno avuto un bel da fare.
Il bilancio finale della tappa canadese degli One Direction è stato di 14 interventi dei paramedici e 6 ricoveri in ospedale per svenimenti o lieve ipotermia.
Il gruppo è diventato un vero e proprio fenomeno globale, ispirando una nuova  “1D-mania” e spingendo la musica di Liam Payne, Harry Styles, Niall Horan, Louis Tomlinson e Zayn Malik in cima alle classifiche.
Il loro album d'esordio, Up all Night è entrato al primo posto della classifica americana Billboard e a febbraio è stato primo anche in Italia.
La band ha accumulato 12 milioni di followers su Twitter, oltre 3,6 milioni di seguaci su Facebook e più di 204 milioni di visualizzazioni su YouTube.
Il solo videoclip di What Makes You Beautiful  ha già raccolto in rete oltre 72 milioni di visualizzazioni.
Niente male per un gruppo nato nel 2010 grazie a X Factor.

Leggi tutto l'articolo