Opinioni

L’Italia spaccata in due dalla crisi di governo e nessuno che pensa a il bene della nazione ma soprattutto dei cittadini.
Proprio ieri è stata data la fiducia al governo Berlusconi anche se con una stretta maggioranza.
C’è da dire però che durante la seduta a Montecitorio non sono mancati gli interventi aspri da parte dell’opposizione.
Due in particolare: Bersani, leader del PD e Di Pietro, leader dell’Italia dei valori.
Non mancano di certo le accuse al premier di fare leggi ad personam, di abusare del proprio potere per fare i suoi interessi ecc…Tutte cose che ormai gli italiani, bene o male, continuano a sentirne parlare.
Ma forse dovremmo incentrare la questione sul fatto che tutti, sia a sinistra che a destra, sono convinti di poter governare un paese che di problemi ne ha tanti.
Tuttavia ognuno prova a essere quanto più moderato può ma alla fine, destino vuole, che quelle idee tramontino sempre.
C’è da constare un’altra cosa: ci siamo mai chiesti se a sinistra ci sia un leader in grado di poter governare in modo imparziale? Tutti ci lamentiamo del governo Berlusconi, abbiamo mai provato a proporre delle alternative? Ecco due semplici quesiti a cui è davvero difficile poter rispondere oggi come oggi.
Facciamo un balzo nel passato, pensiamo a quando era la DC a governare il nostro paese.
All’epoca tutti stavano bene, il popolo chiedeva e veniva accontentato.
Non dimentichiamoci che all’epoca esisteva, come oggi, corruzione e privilegi ma all’epoca il popolo non aveva alcun motivo per cui lamentarsi.
Oggi però non ci sono più di quei politici e il concetto di politica è totalmente cambiato.
Politica significa amministrazione della cosa pubblica, ormai questa concezione è morta da moltissimi anni.
Quello che ci vuole nella nostra società è una nuova idea, un nuovo progetto che metta in relazione il politico con il cittadino stesso.
Oggi come oggi il cittadino è disinteressato alla politica, s’intendono anche gli adulti, perché il politico non lo integra nei suoi progetti.
La mia idea di politica è di poter coinvolgere il cittadino nella vita politica ma soprattutto la base di tutto deve essere il rispetto.
Un buon politico deve saper essere rispettoso anche delle altre parti politiche cosa che sia a destra che a sinistra in questo momento manca.

Leggi tutto l'articolo