Opinioni giurisprudenziali in tema di trasferimento di ramo d’azienda e di esternalizzazione di attività

CORTE DI CASSAZIONE - SEZIONE LAVORO - 17 giugno 2005, n. 13068 — Pres. Ravagnani — Est. Picone — Ansaldo Energia S.p.A. c. Fo., Ca., Tr., Manital  Consorzio.
Trasferimento d’azienda - Nozione - Servizi dati in outsourcing - Configurabilità - Esclusione - Applicabilità art. 2112 c.c. - Esclusione - Necessità del consenso dei lavoratori ceduti - Sussistenza.
L'art. 2112 c.c., anche prima delle modificazioni introdotte dall'art. 1 d.lgs. n. 18 del 2001, non precludendo il trasferimento di un ramo (o parte) di azienda, postulava comunque, per la sua applicazione a tale limitato trasferimento, che venisse ceduto un complesso di beni che oggettivamente si presentasse quale entità dotata di una propria autonomia organizzativa ed economica funzionalizzata allo svolgimento di un'attività volta alla produzione di beni o servizi, con esclusione, quindi, della possibilità che l'unificazione di un complesso di beni (di per sé privo di una preesistente autonomia organizzativa ed economica volta ad ...

Leggi tutto l'articolo