Ormai il governo gialloverde fa paura anche solo a guardarlo. Al suo interno in pratica ci si aggira in una selva di coltelli, tradimenti, accuse anonime, delazioni, correnti.

FORCONI NELLA SUBURRA GIALLOVERDE.Volano i dossier diffamatori dentro il governo, ma i conti non tornano.
Ormai il governo gialloverde fa paura anche solo a guardarlo. Al suo interno in pratica ci si aggira in una selva di coltelli, tradimenti, accuse anonime, delazioni, correnti. Contro il ministro Tria, che li ha aiutati sin troppo, si è scatenato una sorta di pogrom, che coinvolge parenti e familiari e che non ha precedenti. L’obiettivo è quello di convincerlo a tornare in università, togliendo il disturbo: altro potere da distribuire. Non siamo nemmeno al basso impero, ma proprio alla suburra. Laura Castelli, che nulla sa, vorrebbe strappare a Tria i dossier Alitalia e Tim, altri ignoranti patentati puntano a altri dossier. Ma intanto, tutti devono difendersi dai micidiali dossier personali che vengono redatti contro di loro dai loro stessi compagni di partito.
Insomma, tutta la merda che poteva essere lanciata nel ventilatore è stata lanciata.
Intanto, il paese affonda sotto la...

Leggi tutto l'articolo